La vita è troppo breve per bere vini mediocri!

La salute è un valore essenziale per ogni uomo, il nostro corpo è fatto di ciò che mangiamo e beviamo. Il vino quando è un prodotto sano, fa bene alla nostra salute, ovviamente senza esagerare nel suo consumo, meglio bere un ottimo bicchiere di vino che tanto vino di bassa qualità!

vino-2015

Gli effetti benefici del vino

Un bicchiere di buon vino rosso al giorno può essere molto utile per la nostra salute: aiuta a mantenerci in forma, possiede infatti una proprietà molto speciale: attiva un gene che impedisce la formazione di nuove cellule grasse e, stimola quelle già esistenti per depurarle ed eliminarle poco a poco. Migliora i nostri processi cognitivi, previene la demenza,  l’aterosclerosi e le malattie degenerative del cervello; cura le infiammazioni e impedisce la coagulazione, migliorando così il flusso sanguigno.

Combatte la stanchezza, grazie al resveratrolo, un potente antiossidante presente nell’uva; libera le endorfine nel nostro organismo, che ci fanno sentire rilassati e ci fanno godere il pasto, riduce il cosiddetto colesterolo “dannoso”, combatte le infezioni urinarie perché migliora il filtraggio e la depurazione degli organi interessati e previene l’insorgere di alcuni tipi di tumori.

Quindi da oggi potrai bere un buon bicchiere di vino senza sentirti in colpa!

L’eccellenza dei vini Italiani

L’Italia grazie al suo clima mediterraneo è un paese leader nella produzione del vino. Dal nord al sud si producono eccellenti vini, esportati in tutto il mondo e apprezzati dai migliori ed esperti degustatori. Si producono vini rossi, bianchi, rosati, frizzanti, dolci; che sia carne, pesce, verdure o dolce a ogni piatto si può abbinare un vino o semplicemente consumare quello che più ci piace!

Tra i più importanti ricordiamo

L’Aglianico del Vulture

Un vino rosso ottenuto da uve del vitigno Aglianico coltivato nella zona del Vulture che si trova nel nord-ovest della Basilicata in provincia di Potenza. Nel 1971 ha ottenuto il riconoscimento della denominazione di origine controllata (DOC) e nel 2010 la denominazione di origine controllata e garantita (DOCG) come Aglianico del Vulture Superiore. Ha un colore rosso rubino granato; profumo fragrante e vinoso, con sentore di fragola e di lampone; di sapore asciutto, sapido, armonico. L’Aglianico viene considerato vecchio dopo almeno 3 anni e di riserva dopo almeno 5 anni di invecchiamento.

Con cosa abbinare l’Aglianico

L’Aglianico del Vulture DOC si presta molto bene all’abbinamento con carni bianche e rosse soprattutto se cotte allo spiedo o al forno; ma è ideale anche per brasati, arrosti e ricchi piatti a base di selvaggina e cacciagione, senza dimenticare i formaggi stagionati saporiti come ad esempio il caciocavallo lucano, il cacio bucato, con il suo sapore leggermente piccante.

Un altro vino conosciutissimo è

Il Barbera: eccellenza italiana

Il Barbera è un vino dal colore rosso intenso con riflessi granati. Il profumo è intenso e persistente, con sentori di frutti rossi, dal sapore corposo ed equilibrato. Dalla barbera si ottengono vini sia fermi che vivaci, rossi o anche rosati. Un tempo era considerato un vino popolare, da pasto, senza troppe pretese, oggi invece si distingue tra i vini più eccellenti italiani.

Quali cibi accompagna il Barbera?

Il Barbera dell’oltrepò pavese è un vino adatto ad ogni cibo, si accompagna bene sia agli antipasti a base di salumi, che ai primi piatti come risotti, ravioli e pastasciutte con salse di carne, che ai secondi, come bolliti, carni bianche, bolliti ed umidi molto diffusi in val padana.  La versione bianca, il Riesling, accompagna bene le fritture, verdure e piatti a base di pesce. Infine è anche un ottimo aperitivo!

Bene, adesso sai quali benefici può portare un ottimo bicchiere di vino, ma ricorda di consumare un prodotto di qualità, quindi vai sul dal frantoio e scegli il tuo vino, oppure assaggiali tutti! E in fondo a noi italiani piace bere il vino buono!